SPEDIZIONI GRATUITE DA 50€

CBD nei cosmetici: l’Unione Europea li rende legali

CBD nei cosmetici

La posizione dei prodotti CBD sul mercato dell’Unione Europea non è sempre stata molto chiara e i cambiamenti nella legislazione hanno causato confusione tra i consumatori. Tuttavia, la legislazione è stata ora chiarita e l’uso del CBD nei cosmetici è legale anche nell’Unione Europea. Ed è un passo avanti importante, perché fino ad oggi molti imprenditori della cannabis in Europa sono stati costretti a commercializzare i loro prodotti come alimenti, con tutte le conseguenze e ambiguità che ne possono derivare. Per nuovo alimento si intende infatti un prodotto destinato al consumo umano per il quale non esiste una documentazione significativa che sia stato ampiamente utilizzato nel territorio degli Stati membri dell’UE prima del 1997. I prodotti CBD non erano coperti da questo regolamento fino al 2018 quando si è deciso di riformare il regolamento.

IL RUOLO DELL’EIHA (EUROPEAN INDUSTRIAL HEMP ASSOCIATION)

L’associazione europea della canapa industriale (nota come EIHA, acronimo di European Industrial Hemp Association) è un’organizzazione internazionale che cerca di promuovere gli interessi degli imprenditori industriali della cannabis in Europa. L’EIHA ha proposto all’Unione Europea di aggiungere il CBD al database europeo dei cosmetici CosIng. La proposta includeva la rimozione delle restrizioni sulla Cannabis Sativa L. e l’aggiunta all’elenco di tre nuovi nomi INCI (International Nomenclature Cosmetic Ingredient). I suggerimenti per i nomi da aggiungere erano:

  • l’estratto di foglie di Cannabis Sativa,
  • l’estratto di foglie/stelo di Cannabis Sativa,
  • l’estratto di radice di Cannabis Sativa.

La proposta EIHA e la sentenza a favore del caso cosiddetto Kanavape (caso di due imprenditori francesi accusati di aver importato e commercializzato olio di CBD destinato all’uso nelle sigarette elettroniche), hanno contribuito in modo significativo a chiarire il ruolo della CBD nella legislazione quando l’UE ha deciso di legalizzare il suo uso nei cosmetici in tutti i suoi Stati membri a partire dal febbraio 2021.

Il CBD può essere trovato nel database CosIng sotto il nome Cannabidiol, come derivato cioè da un estratto di cannabis, tintura o resina. I prodotti CBD, come l’olio CBD, possono essere legalmente commercializzati con le seguenti proprietà: antiossidante, antisebo, protezione della pelle e cura della pelle. Tuttavia, quando ordini prodotti CBD, tieni presente che non tutti gli articoli sul mercato soddisfano i requisiti legali. Dunque informati bene sul tuo canale di vendita e scegli solo prodotti sicuri e legali al 100%.

Share